MENU

Montenegro - la storia

La storia ricca di MontenegroDurante secoli di ricca storia il Montenegro ha sopravisutto ed è rimasto uno dei modelli più grandi di battaglia per indipendenza ed un posto per qualle la gente ha sepre parlato con gran rispetto. Civiltà christiana, musulmana, illirica, bizantina, turca, slava ha invaso Montenegro che ha divenato per eternità una crocevia di cultura e di storia.

Come la natura, anche la storia di Montenegro è molto colorata. La vita turbolente di Montenegro è stata speziata da molte persone, ma la continua battaglia per libertà è stata dominante attraverso la storia. Ogni parte dell Montenegro raconterà ad uno viggiatore tante storie interesanti dai diversi periodi nell tempo – dall grande impero Romano fino tempi moderni.

Durante l 'impero romano, il teritorio dell Montegero fù teritorio di Duklja (Doclea). Con l 'arrivo di sloveni in 7 secolo, christianità come religione diventà primaria.

Duklja ha incorportato la area di lago Skadar con le montagne più vicine. Il primo principe di Duklja era Vladimir. Duklja ha ottenuto l'indipendenza nel 1040, ed è stata proclamata Regno nel 1077. Cos ì, è diventato uno dei primi Stati indipendenti nei Balcani. È stato chiamato Zeta, che nel vecchio linguaggio slavo significava la raccolta.

A causa dei comuni interesi e sconvolgimenti politici, dopo la morte dei governanti dale famiglie di Vladimir e Vojisavljevic, il Bisanzio acquisit ò una posizione dominante su Zeta. Il grande sovrano Nemanja, che ha preso la posizione di leader in questa regione nel 1185, non ha cambiato lo status di Zeta come uno Stato indipendente, che già aveva in passato. Nel 14. secolo, sotto la guida della dinastia Balsic e Crnojevic è diventato uno stato indipendente feudale e lentamente ampliato, con la lotta continua contro gli eserciti come l'albanese, e più tardi, il turco e veneziano.

Durante il periodo di Crnojevic, a causa dei forti attacchi dell'esercito turco, il popolo, insieme con la famiglia Crnojevic, ha dovuto ritirarsi verso la montagna Lovcen. Ivan Crnojevic ha scelto Cetinje come la sua base dove ha costruito un castello e un monastero. Cetinje è cos ì diventato il sinonimo di libertà spirituale e la libertà dello Stato. Djuradj Crnojevic, il figlio di Ivan Crnojevic, è stato sull trono per un breve periodo di tempo, ma ha lasciato una ricchezza inestimabile. Durante la sua governatura, nel 1493, è stato aperto il primo negozio di stampa nei Balcani, e un anno più tardi, nel 1494, è stato stampato il primo libro- "Oktoih" (Octoechos).

un monastero a MontenegroI turchi hanno conquistato il Montenegro nel 1496 e la hanno unito alla provincia di Skadar. A prescindere dal questo fatto, Montenegro ha mantenuto livello d 'autonomia molto alto, ed ha pienamente riacquistato la sua indipendenza nel 1645.

Poi il leader spirituali, vescovi, hanno preso la governatura e gestione in Montenegro. In quell momento, le autorità del Montenegro sono state le All-montenegrino Assemblea e l'Assemblea dei capi, mentre sui livelli inferiori ci sono stati riunioni dei capi. Nel 1697, la Assemblea montenegrina ha votato Danilo I come vescovo. A quel tempo ha iniziata la dinastia Petrovic e la loro lotta per l'unità della religione e della politica.

Petar Petrovic (1784 - 1830) è uno delle persone più celebri nella storia del Montenegro. Guidato da lui, il Montenegro ha rafforzato la propria indipendenza, e dopo le grandi vittorie contro esercito turco, si è liberata dalla influenza e dominazione di turci. Ha unificato i clan montenegrini e li ha portati più vicino alla popolazione costiera, se come la costa è stata sotto l'influenza di Austro-Ungheria al momento. Il successore di Petar Petrovic è stato Petar II Petrovic Njegos. È stato uno filosofo e scrittore straordinario. Durante la sua governatura, questo leader superbo ha istituito le istituzioni statali, amministrative e statali. Ha mantenuto i legami con la Russia ed e stato spesso impegnati in combattimenti contro i Turchi. Ha scritto numerose opere letterarie, come ad esempio "Gorski vijenac" ("La corona di montagna") e "Luča mikrokozma" ("La luce del microcosmo"), che ha fatto di lui uno dei più grandi scrittori del mondo. Durante la governatura del suo successore, Danilo, la sovranità del Montenegro è stato ulteriormente rafforzata e formalmente riconosciuta. A questo ha anche contribuito l'importante vittoria contro i Turchi nella battaglia in Grahovac nel 1858.

Abitanti in Montenegro, anche se non ci sono tanti, hanno vinto numerose battaglie contro i turchi. Durante la governatura di principe Nikola, Montenegro ha raggiunto significativi obiettivi politici. Governato da lui, il Montenegro ha recuperato Bar e Ulcinj, e quindi ha ottenuto una parte della costa Adriatica, ed ha anche recuperato Podgorica, Niksic e Kolasin. Al Congresso di Berlino, il Montenegro ha ricevuto pieno riconoscimento internazionale. Il fatto che il Montenegro è stato l'unico paese nella regione dei Balcani che ha combattuto con successo contro l'Impero Otomano, il Montenegro è diventato un regno nel 1910.

La mappa di Montenegro presenteIl 20. secolo ha rappresentato un periodo difficile per il Montenegro, in quanto ha perso la sua indipendenza ed è anche scomparso dalla mappa politica dell'Europa. Quando è scoppiata la prima guerra mondiale, il Montenegro a preso posto a lato con la Serbia e gli alleati. Nel 1916, dopo la rinuncia a Austro-Ungheria, il re Nikola è andato in esilio. Ha trascorso un periodo di tempo in Italia, e poi in Francia. I tentativi del re e del suo governo di influenzare gli eventi in Montenegro, al quell momento non sono stati di successo. Serbia ha preso Montenegro nel 1918 e quindi il Montenegro ha perso tutto ci ò che è acquisito attraverso i secoli: il suo stato, l'esercito e la dinastia.

Con la caduta del Regno di Jugoslavia prima della Germania fascista nella Seconda Guerra Mondiale, il Montenegro ha dimostrato ancora una volta che il suo spirito per libertà non è sparito. Il 13 luglio 1941, un gran numero di montenegrini si alzò contro occupanti italiani.

Dopo la seconda Guerra mondiale Montenegro ha migliorato il suo status e divenne una delle sei repubbliche pari della federazione Jugoslava.

Dopo gli anni turbolenti, alla fine del 20. secolo, e dopo la disintegrazione della Jugoslavia, il Montenegro è rimasto in unione con la Serbia, cos ì queste due repubbliche costituito l'Unione statale di Serbia e Montenegro.

La maggior parte dei cittadini in un referendum svolto il 21 maggio 2006 ha votato l'indipendenza del Montenegro. Cos ì oggi il Montenegro è uno stato indipendente riconosciuto a livello internazionale.

 

di più sul Montenegro:

Posti da vedere a MontenegroPosti da vedere
Vi presentiamo i piu belli luoghi da visitare a Montenegro: il monastero di Ostrog, la montagna di Lovcen, Ada Bojana, il lago di Scadar, la baia di Boka Kotorska, la montagna di Durmitor, Tara fiume e canyon, il parco nazionale di Biogradska Gora e Sveti Stefan.

Aree prottete di MontenegroAree prottete
Per turisti che vogliono provare una vacanza più attiva possiamo raccomandare di visitare uno dei tanti parchi nazionali in Montenegro.

Come arrivare a MontenegroCome arrivare a Montenegro
Se arrivate al Montenegro per via aerea, arriverete via uno dei due aeroporti internazionali, Tivat o Podgorica, oppure all'aeroporto croato di Čilipi.

 

Non è importante
-
-
-

informazioni per il contatto

telephone + 385 21 474 464
telephone + 385 99 216 5500
fax + 385 21 474 409
e-mail 
Detagli di contatto